Continua la lotta al vertice del rally di Montecarlo dove è avvenuto un colpo di scena che potrebbe aver delineato il vincitore della gara salvo sorprese dell’ultima ora. Infatti, Kris Meeke ha dovuto abbandonare la corsa per via una problema tecnico, lasciando strada libera al campione del mondo durante la prova speciale numero 12.

Tutto lo sconforto del pilota irlandese si può evincere dalle sue parole: “c’era un oggetto nel bel mezzo della strada che ha urtato la parte inferiore della mia vettura. In questo momento ha probabilmente rotto la scatola del cambio della mia vettura. Un vero peccato”. Insomma un inconveniente che ha portato via uno degli assoluti protagonisti del “Monte”, forse l’unico in grado di tenere testa ad Ogier che correre con la consapevolezza di essere l’uomo da battere, dall’alto dei suoi 3 mondiali consecutivi.

Così, adesso, a meno di clamorosi colpi di scena, sarà la lotta per il secondo posto a determinare le attenzioni nelle ultime fasi della gara. Infatti, la Hyundai di Neuville, si è aggiudicata anche la speciale 13 e adesso si è portata a ridosso di Mikkelsen che, a sua volta, approfittando dell’uscita di scena di Latvala, gravita in seconda posizione, alle spalle del proprio capo squadra.

Infatti, Ostberg, al quarto posto, ha un distacco molto più consistente, e difficilmente potrà inserirsi nella battaglia per il podio, salvo errori dei diretti avversari. Quindi, una testa della classifica che va a delinearsi e lascia con l’amaro in bocca per l’inconveniente occorso a Meeke, visto che il duello con Ogier aveva infiammato la competizione sin dalla prima prova speciale.

Comunque, l’irlandese se ne andrà dal Principato di Monaco con la consapevolezza di potere lottare per il mondiale anche con una vettura inferiore a quella degli avversari, in quanto ferma nello sviluppo al 2015 e la Citroen ha sempre più la consapevolezza di avere tra le mani un pilota molto veloce. Comunque, ci saranno senz’altro altre gare, il mondiale è lungo, in cui Kris Meeke potrà dare prova della sua maturazione.