Il venerdì del rally di Svezia per il mondiale WRC 2016 vede sempre Ogier e lo squadrone Volkswagen al comando delle operazioni, e c’era da aspettarselo, visto l’approccio del campione del mondo francese al rally di Montecarlo.

Così, anche questa giornata svedese ha visto il fenomeno transalpino prendere le redini della gara, che conduce con un discreto vantaggio su Paddon, autore, fino ad ora, di una grande prestazione con la Hyundai i20 WRC, visto che ha vinto la prova speciale numero 5 e numero 6.

Poco più distanti ci sono Ostberg e Tanak, che non hanno compiuto sbavature ed hanno approfittato degli errori dei piloti di vertice che hanno tentato di insidiare più da vicino Ogier. Infatti, Kris Meeke è incappato nell’ennesimo incidente beffa, prendendo una pietra al centro della carreggiata, mentre Latvala ha avuto problemi di trasmissione e poi ha dovuto abbandonare per la rottura della sospensione anteriore nel lato destro.

Così, con i due piloti potenzialmente più pericolosi fuori gioco e costretti al ritiro, e con Neuville messo ko dalla trasmissione, ecco che si aprono nuovi scenari per il podio finale, visto che Sordo e Mikkelsen, rispettivamente in quinta e sesta posizione nella graduatoria generale, proveranno a risalire in maniera veemente ai danni di Ostberg e Tanak.

Nel frattempo Ogier, anche fortunato, per via di una riparazione volante alla sospensione durante la terza prova speciale, guarda tutti dall’alto e amministra la corsa senza forzare più di tanto, a meno che non ce ne sia bisogno per mettere al riparo la leadership da eventuali attacchi.

Da segnalare, infine, il decimo posto provvisorio di Lorenzo Bertelli, un nome italiano che inizia ad affacciarsi tra i primi 10 del mondiale WRC, sia pure per via degli inconvenienti che hanno costretto diversi big ad abbandonare la competizione.

Vedremo domani come si evolverà la corsa e se qualcuno sarà in grado di attaccare un Ogier sempre più padrone del mondiale rally.