Il mondiale rally, o WRC per gli appassionati, ha vissuto un weekend importante in Portogallo, perché Kris Meeke, con una DS3 non proprio aggiornata come le vetture rivali più performanti, è riuscito a cogliere un importante successo, avvenuto con grande autorità.

Infatti, il pilota della DS è riuscito a vincere ben 8 prove speciali su 19 ed ha letteralmente dominato, capitalizzando alla grande la posizione di partenza favorevole. Il segreto del suo successo sta nella gestione della gara, che gli ha evitato errori che ne hanno condizionato le gare nel recente passato. Dietro di lui, a completare il podio, i due piloti Volkswagen con la Polo WRC, Mikkelsen e Ogier.

“Prima dell’avvio della corsa non sapevo bene cosa aspettarmi. Anche se abbiamo fatto molti test nelle ultime settimane, ero a corto di allenamento su una gara così lunga. Sono riuscito a riprendere un ritmo di gara competitivo in poco tempo e ho condotto la corsa praticamente dall’inizio sino alla fine. Ho anche cercato di gestire il mio vantaggio sugli avversari a partire da sabato pomeriggio. Domenica ho guidato in maniera cauta, specialmente sul secondo giro delle speciali. Ho fatto la gara più bella della carriera. Migliore anche di quella in Argentina nel 2015″.

Insomma, un Meeke decisamente in gran forma, che potrebbe rompere l’egemonia Volkswagen anche in altre occasioni e che, se trovasse un rendimento costante, potrebbe insidiare da vicino il campione del mondo Ogier per il titolo nel 2017.