Kris Meeke si aggiudica il rally del Messico al volante della nuova Citroen C3 WRC. Il pilota della Casa francese si lascia alle spalle la sfortuna e gli imprevisti degli ultimi appuntamenti e riesce a conquistare la prima vittoria della stagionale.

Per il team transalpino è stata cruciale la giornata di venerdì, quando ha accumulato un vantaggio significativo da amministrare negli altri giorni della gara sudamericana. La Citroen, per fortuna di Meeke, è riuscita a non subire i problemi di surriscaldamento occorsi agli avversari.

Questo ha contribuito a far si che nella terza gara del mondiale abbia vinto la terza vettura differente: un ottimo biglietto da visita per il campionato del 2017, decisamente più avvincente di quello degli anni precedenti, dove dominava la Volkswagen Polo.

Dello squadrone tedesco è rimasto Ogier, nel 2017 passato in Ford, dove guida la nuova Fiesta WRC e che, con la seconda posizione, diventa leader del mondiale soffiando la prima posizione ad un Latvala apparso in difficoltà su questo percorso.

Sul gradino più basso del podio è salito Neuville, porta colori della Hyundai, il quale, dopo essersi divorato letteralmente due successi nelle prime due gare, ha guidato in maniera conservativa. E questo conferma la validità delle vetture della Casa coreana.

Adesso, le squadre preparano i bagagli per la nuova trasferta europea, in Corsica, il 9 aprile, dove tutti i team avranno la possibilità di vincere. Ecco, proprio questa incertezza di risultati ad ogni gara è la chiave di un mondiale che, per il momento, appare aperto e combattuto, sempre che Ogier non riesca, ancora una volta, a concretizzare la sua fuga.