Prima di riprendere con il riscaldamento dei motori a SPA, tutte le scuderie ne approfittano per tirare le somme e fare qualche piccolo pronostico sulla seconda parte della stagione. Ecco il punto della McLaren. 

Prima di una lunga pausa estiva, la Formula 1, è andata in letargo con una vittoria clamorosa di Lewis Hamilton che da un lato ha invitato la squadra a rassicurare il pilota, dicendo che lo vogliono in scuderia ancora per molto tempo, dall’altro ha dato fiducia ai tecnici di Woking.

In effetti, Whitmarsh ha dichiarato di essere molto contento della freccia argento:

Dobbiamo lavorare al massimo, al meglio delle nostre possibilità per sviluppare al meglio la Mp4-27. E’ una vettura nata bene, noi dobbiamo permetterle di progredire ed aiutare Lewis e Jenson alla scalata ai titoli. Abbiamo già programmato gli ultimi sviluppi (per le prossime due gare) che dovrebbero garantirci un salto di qualità notevole.

Il salto di qualità c’è stato e s’è visto, adesso però la classifica deve cambiare. Hamilton ha 47 punti di svantaggio da Alonso e come dice il team manager McLaren:

Nelle prime undici gare  siamo partiti dalla prima fila in otto di esse. Perciò, la vettura, eccelle anche in qualifica. In gara invece non abbiamo ottenuto il massimo. In quell’aspetto, Ferrari ed Alonso, sono stati eccelsi. Noi dobbiamo capitalizzare di più in alcune situazioni che si presentano la domenica ed essere più fortunati in altre.