Tre piloti nel 2012 sono in scadenza di contratto e la posizione di tutti e tre è ancora da definire. Qualcuno, però, come Webber, sa già quello che lo aspetta o meglio sa come comportarsi in base alle decisioni della squadra.

Webber è considerato il “secondo” pilota della Red Bull ma visti i rendimenti di Vettel quest’anno, si può dire che si contenda alla pari con lui un posto d’onore nella classifica iridata, incidenti di percorso a parte.

Nel 2012 il suo contratto con la Red Bull finisce ma Webber non è stressato visto che sono tre anni consecutivi che si ritrova nella stessa situazione, con l’obiettivo di convincere il management della Red Bull a dargli “un altro po’” di fiducia.

Non è una condizione facile la sua ma l’australiano, non si lascia intimorire dall’incertezza contrattuale e in un’intervista ad Autosprint dichiara:

La situazione è molto chiara, dipende tutto dai miei risultati che ottengo di anno in anno. In questa stagione però sto guidando all’altezza delle aspettative. Ho colto la vittoria a Montecarlo, sono messo abbastanza bene in classifica Piloti e siamo primi nel Costruttori. Al momento sono molto contento di come sta andando questo 2012.

Sicuramente non andrà alla Ferrari, visto che Massa è in una fase ascendente della stagione e visto che finora nessuno l’ha ufficialmente cercato.