Il pacchetto di sicurezza della nuova Volvo XC90 include il Sistema di protezione in caso di uscita di strada del veicolo, una soluzione unica a livello mondiale. L’elaborazione di tecnologie a supporto di queste situazioni comuni e complesse porterà Volvo Cars più vicino alla realizzazione del suo obiettivo per il 2020, ovvero l’azzeramento del numero di persone rimaste vittime o gravemente ferite a seguito di un incidente in una nuova Volvo. L’uscita di strada del veicolo è una tipologia di incidente abbastanza comune determinata da cause diverse, come ad esempio la disattenzione del conducente, la stanchezza o le cattive condizioni meteorologiche. Gli incidenti in cui si verifica l’uscita di strada del veicolo sono inoltre situazioni molto complesse in cui spesso i passeggeri vengono spostati dal sedile in direzioni casuali, il che impone requisiti elevati ai sistemi di ritenuta interni.

Le lesioni alla spina dorsale

Le lesioni causate dagli incidenti automobilistici sono cambiate nel corso degli anni. La continua evoluzione della struttura delle auto e l’implementazione di numerosi sistemi di sicurezza specializzati hanno determinato miglioramenti significativi della sicurezza dei veicoli negli ultimi decenni. Il rischio di riportare gravi lesioni o di morire a seguito di un incidente con una nuova Volvo si è ridotto di oltre due terzi rispetto alle autovetture progettate negli anni ’70. Tuttavia, nonostante questa notevole riduzione complessiva del rischio di lesioni, la frequenza di lesioni toraciche e lombo-spinali non è calata nella stessa misura – e queste lesioni hanno un’incidenza particolarmente elevata nei casi di uscita di strada del veicolo, impatti multipli e eventi multipli.

Serraggio delle cinture e impatto ammortizzato

La soluzione che garantisce maggiore sicurezza in caso di uscita di strada nella nuova XC90 include due parti fondamentali: la tecnologia è in grado di rilevare un potenziale scenario con uscita di strada del veicolo. Le cinture di sicurezza anteriori vengono serrate elettricamente il più possibile per mantenere gli occupanti in posizione seduta e arretrata. Per evitare o ridurre le lesioni alla spina dorsale, una funzionalità per l’assorbimento dell’energia fra il sedile e il telaio del sedile effettua una deformazione meccanica per ammortizzare le forze verticali che si possono generare quando la vettura urta violentemente sul terreno.