Volvo e Uber uniscono le forze per lo sviluppo di auto a guida autonoma. Il costruttore svedese di auto premium e l’azienda leader mondiale per il car pooling, danno vita a una partnership per lo sviluppo della prossima generazione di vetture senza conducente. Le due aziende hanno firmato un accordo per un progetto congiunto che porti alla definizione di veicoli base in grado di integrare gli sviluppi più recenti in tema di tecnologie AD, fino a prevedere anche la guida completamente autonoma. I veicoli base saranno realizzati da Volvo e quindi acquistati da Uber, che contribuiranno con un investimento congiunto di 300 milioni di dollari per il progetto.

Sia Uber sia Volvo useranno lo stesso veicolo base per i prossimi sviluppi della strategia legata alle loro auto a guida autonoma. Questo comporta che Uber sarà chiamato ad aggiungere al veicolo base di Volvo i propri sistemi di guida autonoma sviluppati internamente. Volvo da parte sua userà lo stesso veicolo base per la prossima generazione delle sue auto a guida autonoma. Il progetto congiunto Volvo-Uber segna un passo significativo nell’ambito dell’industria automobilistica, con un costruttore automobilistico che si allea con un nuovo protagonista che arriva nel mondo dell’auto proveniente dalla Silicon Valley. Un modo esplicito di sottolineare come l’industria automobilistica globale stia evolvendo in risposta all’avvento di nuove tecnologie. L’alleanza segna l’inizio di quella che le due aziende vedono come una partnership industriale a più lungo termine. Il nuovo veicolo base verrà sviluppato sulla piattaforma modulare Scalable Product Architecture (SPA) di Volvo Cars, una delle più avanzate architetture automobilistiche del mondo ed è attualmente utilizzata per i modelli alto-di-gamma di Volvo, come la XC90 SUV, la S90 e la V90.

La piattaforma è stata sviluppata nell’ambito del programma di trasformazione industriale di Volvo Cars – un piano da 11 miliardi di dollari iniziato nel 2010 – ed è stata definita pensando a tutte le tecnologie più recenti in tema di guida autonoma, di elettrificazione di prossima generazione e di sviluppi di connettività: “Ogni anno oltre un milione di persone perdono la vita in incidenti automobilistici - ha affermato Travis Kalanick, CEO di Uber -. Una tragedia che la tecnologia della guida autonoma può contribuire a risolvere, ma non possiamo fare tutto da soli. Ecco perché la nostra partnership con una grande azienda costruttrice di auto come Volvo è così importante. Volvo è leader nello sviluppo di veicoli e riferimento del mercato in tema di sicurezza. Combinando le capacità di Uber e quelle di Volvo arriveremo al futuro più rapidamente, insieme”.

Il lavoro di sviluppo sarà portato avanti da ingegneri di Volvo e Uber in stretta collaborazione. Il progetto aumenterà inoltre la scalabilità della piattaforma SPA per includere la sicurezza e le nuove caratteristiche necessarie per avere veicoli a guida autonoma su strada.