Dopo avere stabilito la relazione fra Concept Coupé e P1800 a Francoforte 2013, il reveal della nuova Volvo Concept Estate avvenuto al recente Salone di Ginevra ha visto sotto i riflettori anche la versione shooting break della stessa vettura storica, la 1800ES, una delle auto stilisticamente più innovative e significative mai prodotte da Volvo. Presentando la terza concept car che annuncia il nuovo corso del design di Volvo e svelando al tempo stesso i criteri di stile e tecnologia che verranno utilizzati per gli interni dei modelli futuri, Volvo getta così un ponte ideale fra tradizione e innovazione in nome della più perfetta svedesità.

Volvo salone di Francoforte 2013: il futuro si chiama Coupé Concept

Volvo Concept XC Coupé: svelati gli interni al Salone di Detroit

Volvo Concept Estate: nominata ‘Car of the show’ al Salone di Ginevra 2014

Volvo 1800 ES – Specifiche tecniche

Carrozzeria: coupé break 2+2 posti.

Dimensioni: lunghezza 438 cm, passo 245 cm.

Motore: 4 cilindri di 1,986 cc, alesaggio x corsa 88.9 x 80 mm; potenza 124-135 CV.

Trasmissione: cambio manuale a 4 rapporti con overdrive elettrico, leva del cambio montata sul pavimento; cambio automatico a 3 rapporti con leva al piantone dello sterzo.

Freni: idraulici a disco sulle quattro ruote.

Concept Estate, bella e diversa

Applicare la filosofia che aveva ispirato all’epoca la 1800ES, esempio di funzionalità scandinava, a una moderna station wagon – che rappresenta l’essenza della versatilità di Volvo – significa realizzare un’automobile al tempo stesso bella e diversa. Come la Volvo Concept Estate. Il generoso rapporto tra asse anteriore e montante ‘A’, il cofano ribassato, il profilo filante e il tetto in vetro sono tutti elementi che contribuiscono a creare l’impressione di una wagonsportiva a tre porte dinamica eppure capace.

Come nel caso delle Concept Coupé e Concept XC Coupé, la Volvo Concept Estate si distingue per una nuova topografia del cofano e per la griglia anteriore ‘fluttuante’, ai cui lati spiccano i fari anteriori con nuove luci a LED per marcia diurna a forma di ‘T’. I caratteristici gruppi ottici posteriori sono un altro elemento distintivo della nuova direzione stilistica intrapresa da Volvo Cars.