La Volkswagen Touran, è la vettura della Casa di Wolfsburg dedicata alle famiglie e a Ginevra mette in mostra una linea inedita, nuove motorizzazioni, nonché un bagagliaio che può fregiarsi del titolo di più grande della categoria (fino a 1040 litri) per la versione a 5 posti.

Più lunga di 130 mm, con un passo cresciuto di 113 mm ed un bagagliaio che offre 48 litri di volume in più ed una capienza massima di 1.857 litri, la nuova Touran è  prima monovolume costruita sul pianale modulare trasversale MQB, quello su cui è nata la Golf VII tanto per intenderci.

L’abitacolo spicca per lo sfruttamento dello spazio, con ben 47 vani in cui è possibile trasportare di tutto, ma non rinuncia alla componente hi-tech mediante le nuove tecnologie come il MirrorLinkTM, l’Apple CarPlay ed il Google Android Auto. Mentre si occupa del comfort dei passeggeri attraverso il Pure Air Climatronic. Come da programma, per ogni monovolume che si rispetti, è prevista la configurazione a 7 posti per le famiglie numerose.

Potenza per tutte le esigenze sul fronte delle motorizzazioni, equamente divise tra tre unità benzina da 110, 150 e 180 cavalli, e tre diesel da 110, 150 e 190 cavalli. Per i più attenti ai consumi, occhio al propulsore 1.6 TDI da 110 cavalli abbinato al cambio DSG a 7 rapporti, con percorrenze dichiarate di 4,1 liltri/100 km, ovvero quasi 25 km/litro. Niente male per un’auto che vanta una superficie frontale importante.

Come altri modelli Volkswagen, la Touran di nuova generazione può essere modificata nell’estetica con paraurti specifici, ed all’interno, mediante rivestimenti esclusivi dei sedili, grazie ai pacchetti R-Line.

Ma non è tutto, la nuova Touran può essere ulteriormente arricchita attingendo alla nutrita lista di accessori che annovera anche fari a LED, in alternativa a quelli allo xeno, disponibili in due varianti.