Non c’è pace per Volkswagen, che dopo lo scandalo legato alle emissioni inquinanti dei suoi veicoli diesel truccati potrebbe finire di nuovo sotto l’occhio del ciclone per un altro software truccato.

Per ora si tratta solo di indagini portate avanti tramite un’inchiesta avviata dall’EPA, l’agenzia per la protezione dell’ambiente americana; ma se tutto fosse confermato, per il colosso automobilistico tedesco si tratterebbe di una nuova mazzata difficile da gestire.

Sotto l’occhio del ciclone sempre i motori diesel, ma questa volta l’accusa che viene mossa a Volkswagen sarebbe quella d’aver montato un software per alterare le emissioni di gas serra e superare i test ambientali federali.

Le indiscrezioni vedono coinvolti i motori diesel EA 189 in circolazione dal 2009, gli stessi in cui è stato riscontrato il primo software sospetto che ha portato al ritiro di 500 mila veicoli negli Stati Uniti.

La situazione si fa ancora più ingarbugliata perché pare che Volkswagen, all’inizio, avesse nascosto alle autorità ambientali americane l’esistenza di questo ulteriore programma, salvo poi negli ultimi periodi dare la possibilità all’EPA e alle autorità californiane di poter reperire informazioni dettagliate sul secondo software. Una manovra decisamente poco pulita, se fosse ovviamente confermata, da parte del colosso tedesco, che con il primo scandalo Dieselgate ha già registrato un danno d’immagine notevole.

Volkswagen si trova in un momento della propria storia molto delicato, tra il crollo del valore delle sue azioni in Borsa da una parte e le oltre 250 class action già in azione ricevute dall’altra. La Volkswagen, in un comunicato stampa ufficiale, ha precisato come il secondo software indiziato sia stato installato sui motori turbo diesel da 2 litri, che verranno messi in commercio l’anno prossimo. Un programma che, stando a quanto riporta la compagnia teutonica, serve solo a riscaldare il motore.

E già qui c’è qualcosa che stona, visto che tutte le compagnie sono obbligate, per legge, a segnalare qualsiasi programma speciale presente nel motore. Cosa che Volkswagen non ha fatto.