Una bufala in piena regola, che ha attirato diversi utenti della rete e che ha per protagonista, ancora una volta, la Volkswagen. Infatti, sulla scia dello scandalo delle emissioni, qualcuno si è divertito con una pagina Facebook, con tanto di logo Volkswagen Italia, nella quale si affermava che, per il 14 febbraio, sarebbero state regalate 800.000 vetture del Brand tedesco perché invendibili.

Un episodio che mette in luce il livello di cultura generale, tendenzialmente basso, presente sui social, perché francamente, credere ad una frase del genere: “abbiamo 800.000 Volkswagen che non possono essere vendute per problemi di certificazione di consumi. Dunque le offriremo solamente per i nostri fan gratuitamente”, risulta decisamente difficile.

Eppure, in molti hanno risposto all’annuncio, fornendo tutte le indicazioni del caso nella speranza di ottenere un’auto gratuitamente. Sono state tantissime le condivisioni, diversi i commenti e migliaia i like sulla pagina in questione. Insomma, un successo vero e proprio, fino a che la Volkswagen Italia, quella vera, ha fatto rimuovere la pagina, dopo aver rivolto un messaggio, tramite Facebook, ai fan del Marchio.

Purtroppo però, l’impegno della filiale ufficiale non è riuscita ad arginare un fenomeno che ha preso piede fino a che la pagina non è stata cancellata dalla piattaforma social decisamente molto diffusa in Italia. Dunque, una bufala riuscita alla perfezione, che ha sfruttato alla grande la faccenda del dieselgate, e che sarebbe stata perfetta per un pesce d’Aprile.

Stupisce comunque, la quantità di persone che ha cercato di ottenere la vettura gratuitamente, e la facilità con cui i social riescono ad influenzare un numero così alto di individui, una massa irrequieta e pronta a recepire qualsiasi informazione senza pensare alla veridicità della stessa.

Forse, d’ora in poi, la Volkswagen starà più attenta a monitorare certi fenomeni che non fanno altro che infangare, ulteriormente, un Gruppo che ha fatto la storia dell’auto e che, attualmente, sta cercando di risollevarsi da una situazione delicata.