Da protagonista del dieselgate a paladina delle auto pulite, la Volkswagen ha compiuto un vero e proprio dietrofront in tema di mobilità sostenibile e adesso sta lanciando una campagna di incentivi per sostituire le vecchie vetture diesel in favore di modelli Euro 6 con ulteriori vantaggi per chi sceglie un’auto elettrica.

In questo modo i vecchi diesel Euro 1, 2, 3 e 4 potranno essere cambiati con auto dai motori molto più puliti ed efficienti. Nello specifico, il vantaggio per il cliente dipende dai modelli e va dai 2.000 euro per una up! ai 10.000 euro per una Tuareg, ma nel mezzo ci sono i 3.000 euro stanziati per passare ad una Polo, i 5.000 euro destinati a chi acquista una Golf, una Tiguan o un Bettle, i 6.000 euro per gli automobilisti che passano ad una Touran e gli 8.000 euro in favore di coloro che scelgono una Passat, un’Arteon o una Sharan.

Inoltre, gli sconti vengono maggiorati di 1.000 euro se si prende in considerazione una vettura a doppia alimentazione benzina-metano, di 1.785 euro qualora si propenda per una ibrida e di 2.380 euro per un’auto elettrica. Si tratta di bonus già disponibili in Germania con validità fino al 31 dicembre 2017.

Al momento, non ci sono comunicazioni su un’eventuale estensione al mercato italiano, ma è chiaro che sarebbe un’iniziativa ben accolta dagli automobilisti che intendono passare ad un’auto più pulita e risparmiando una somma importante che cresce di pari passo con il segmento di mercato prescelto.