Quando ci si imbatte in una Golf, difficilmente ci si ricorda che è prodotta da quattro lustri. Infatti quest’anno la celebre Volkswagen spegnerà le quaranta candeline insieme a tutti i fan, oramai chiamati Golfisti.

La Golf infatti rappresenta un punto di riferimento per milioni di persone, ed è stata protagonista nella vita di oltre 30 milioni di automobilisti: sono questi i grandi numeri di Volkswagen Golf, che la rendono senza dubbio alcuno l’auto europea di maggior successo di tutti i tempi.

Oggi Volkswagen si rivolge proprio a loro, ai milioni di Golfisti che si sono innamorati di quest’auto, con l’operazione 40 YEARS OF GOLF. 40 YEARS OF LOVE: le loro testimonianze saranno utilizzate per creare una campagna celebrativa fatta da tutte le Golf italiane. Un’app, raggiungibile sia da mobile, all’indirizzo 40golflove.volkswagen.it , che sulla pagina Facebook Ufficiale Volkswagen Italia, permetterà agli utenti di fotografare la propria Golf o quella che più preferiscono e dedicarle un messaggio personale, un augurio o una dichiarazione d’amore. Gli annunci migliori verranno utilizzati come immagini per la campagna digital ufficiale einoltre l’autore della foto migliore avrà la possibilità di vincere per un mese intero l’’adrenalinica GOLF R, accompagnata da 1000€ di buoni benzina.

Ci si domanda, da automobilisti, a cosa sia dovuto il successo di questa macchina. Di fatto, in 40 anni di storia, ogni modello ha riscosso un enorme successo grazie a linee che hanno sempre saputo anticipare le tendenze del design: dopo il primo, pensato e disegnato da Giugiaro, si sono susseguiti ben 7 modelli, uno più bello dell’altro.

La prima Golf esce dalla catena di montaggio di Wolfsburg il 29 Marzo 1974: si tratta di una vera e propria pietra miliare nella storia della casa automobilistica tedesca; infatti, con il suo debutto, non solo viene creata un’auto dalle linee innovative, ma cambia il concetto di trazione. Se per decenni il Maggiolino, con la sua trazione posteriore, l’aveva fatta da padrone, con la Golf viene introdotta la trazione anteriore che rivoluzionerà lo stile di guida degli automobilisti.

Negli anni, le diverse generazioni di Golf hanno visto non solo le innovazioni stilistiche e di design, ma anche l’introduzione di tecnologie sempre all’avanguardia con i tempi e i progressi tecnologici: nel 1976, il modello GTI diviene un must di chi ama uno stile di guida fluido e brillante; nel 1982, la Golf GTD Turbodiesel segna l’arrivo del primo motore a sei cilindri VR6; nel 1993 la Golf ci regala il primo motore diesel e a iniezione diretta, il famoso TDI.

Se la tecnologia ha sempre viaggiato a braccetto con il design più innovativo, ancora oggi questo binomio resta la cifra stilistica della Volkswagen e della mitica Golf: seguendo lo sviluppo degli studi che si stanno sempre più concentrando sul concetto di auto elettrica-ibrida, la casa automobilistica tedesca ha concepito la e-Golf a trazione esclusivamente elettrica, con una autonomia complessiva di circa 190 km. A questo gioiello tecnologico, a breve si aggiungerà un’altra perla: la Golf GTE, a propulsione ibrida plug-in.

FOTO DI GIOELE FIORI PER 40 YEARS OF GOLF. 40 YEARS OF LOVE.

Publiredazionale