La Volkswagen festeggia i 40 anni dell’auto europea di maggior successo di tutti i tempi: la Golf. A oggi, in tutto il mondo, ne sono stati venduti oltre 30 milioni di esemplari. La Golf è da sempre un punto di riferimento in fatto di progresso tecnologico. Motore turbo, iniezione diretta, propulsione elettrica o ibrida plug-in, ma anche ABS, ESC, XDS o trazione integrale 4Motion. Regolazione automatica della distanza, funzione di frenata di emergenza City, ESC per la stabilizzazione di vettura e rimorchio o frenata anti collisione multipla.

E ancora climatizzatore automatico, sistema Hi-Fi Dynaudio, touchscreen con sensore di prossimità o fari con tecnologia LED oltre alle eccellenze GTI, GTD o GTE. È sempre la Golf a rendere disponibili su larga scala le principali tecnologie e i trend del settore automobilistico dei nostri tempi. La prima Golf prodotta in serie uscì dalla catena di montaggio di Wolfsburg il 29 marzo 1974. Dopo che per decenni il motore e la trazione posteriori avevano spopolato grazie al Maggiolino, iniziò finalmente una nuova epoca: quella del motore anteriore trasversale e della trazione anteriore. Con la prima Golf GTI (1976) la Volkswagen diede una svolta al dinamismo di questa classe, mentre il 4 settembre 2012 la Volkswagen ha festeggiato l’anteprima mondiale della settima generazione della Golf. Nell’estate del 2013, raggiunto l’importante traguardo dei 30 milioni di unità.

LEGGI ANCHE

Nuova Volkswagen Golf GTE: la ibrida plug-in che entra nella storia

Volkswagen Golf GTI: un modello speciale da oltre 500 cavalli, gallery

Volkswagen Golf Tech&Sound: due versioni giovani per i neopatentati