La corsa al primato delle vendite ha visto la Volkswagen superare la Toyota in un 2016 comunque difficile per il Colosso teutonico, alle prese con gli effetti del dieselgate. Il Gruppo tedesco ha chiuso con 10,3 milioni di veicoli venduti nel globo, mentre quello nipponico non ha fatto più di 10,2 milioni.

Una cifra comunque fenomenale, che gli ha consentito di mantenere la seconda piazza sul podio del mercato davanti a General Motors, che si è “fermata” a 9,5 milioni di veicoli. In tutto questo, si iniziano a vedere i frutti della quantità di marchi presenti nell’orbita Volkswgen.

Infatti, il Gruppo teutonico può contare sia marchi generalisti come Seat e Skoda, sul suo Brand, oramai consolidato a livello d’affezione da parte della clientela, passando per nomi appartenenti alla sfera premium del mercato come Audi, e di lusso, quali Bentley, Lamborghini, Porsche e, addirittura Bugatti.  Se ciò non bastasse, ci sono anche le due ruote con la Ducati, ed i veicoli commerciali Scania, Man e della stessa Volkswagen.

Alla fine dei conti, l’ago della bilancia è stato il mercato statunitense insieme a quello cinese, che saranno determinanti anche per l’anno in corso. A livello di percentuali invece, Volkswagen ha fatto segnare nel 2016 un crescita del 3,8%, lasciando indietro Toyota che si è fermata ad un +0,2%, che comunque rappresenta sempre un dato positivo.