La soddisfazione espressa dai ferraristi nel pre-Silverstone, è stata ampiamente ripagata grazie alla vittoria di Alonso che ha relegato nei gradini più bassi del podio i due Red Bull. 

La giornata è iniziata con una nota di colore. È arrivato sul circuito inglese il principe Harry ed Alonso, tranquillissimo prima della partenza, ha sfilato sul circuito con una Ferrari 375. Questa macchina, appartenuta a Froilan Gonzalez, ha portato il primo successo di Silverstone in casa Ferrari.

Prima della partenza la Fia ha controllato che il regolamento sul soffiaggio fosse stato rispettato dalle vetture ed ha siglato l’accordo con la Ferrari, soltanto pochi minuti prima del via, riportando tutto alla situazione già vista a Valencia: nessuna modifica della mappatura dei motori tra sabato e domenica.

Prima della partenza sul circuito di Silverstone ha piovuto, quindi i piloti sono stati costretti ad usare delle gomme intermedie. Dopo il giro di ricognizione inizia la rimonta di Hamilton che al quinto giro esce di pista ma rientra nella stessa posizione.

Le Red Bull partono forte con Vettel al primo posto, seguito da Webber e poi da Alonso.

Al decimo giro inizia il duello Webber-Alonso, mentre Hamilton mette alle strette Massa e lo supera.

Al 27esimo giro Vettel che ha guidato a lungo la corsa, deve rientrare per un problema tecnico e Alonso riparte davanti ad Hamilton che sta provando il tutto per tutto.

Dopodiché è sempre Alonso a dettare il passo. Vince al termine di 52 giri, seguito da Vettel, Webber, Hamilton e Massa.