Qualche giorno fa Sebastian Vettel aveva attaccato apertamente il suo team (Red Bull) e aveva definito la sua monoposto un cetriolo. Lo sfogo al termine del Gran Premio in Canada, in cui il pilota si è classificato terzo, risultato che non ha ovviamente gradito.

Queste le parole pronunciate ai microfoni della stampa tedesca:”Mi sarei augurato qualche mossa strategicamente intelligente da parte della scuderia. Ma non è stato il caso. Non ci è venuto niente in mente, è frustrante che manchi la potenza in giornate come queste, in cui la vittoria era a portata di mano. Io non sono qui per arrivare secondo o terzo“. E poi la frase cult: “Io mi scuso. Ma una volta per tutte bisogna anche dire che con questo cetriolo sui rettilinei non si va da nessuna parte“.

E oggi su Twitter impazza l’hashtag #sostituisciunaparolaconcetriolo