Sebastian Vettel insiste nel dire che non ha paura di confrontarsi con i migliori piloti di F1, lasciando intendere che la sua prossima squadra potrebbe essere la Ferrari (CLICCA QUI PER LA SCELTA DELLA NUOVA MONOPOSTO DI MARANELLO). Lo scrive Motorsport.com citando le dichiarazioni del campione del mondo rilasciate alla rivista Sport Bild: “Forse un giorno sarò nella stessa squadra con Kimi o Fernando. Hai sempre voglia di battere i più forti avversari, quindi non ho paura”. 

Nonostante i quattro titoli mondiali conquistati e il dominio con la Red Bull rispetto al suo ex compagno Mark Webber, sono ancora in molti gli addetti ai lavori che continuano a mettere in discussione il talento del terribile tedesco rispetto al suo rivale Fernando Alonso che ancora non ha conquistato un Mondiale con la scuderia di Maranello. Il contratto di Vettel con la Red Bull è valido per altri due anni ma in caso di nuovo successo nel 2014, è auspicabile che il tedesco possa decidere di accettare una sfida simile che lo consacrerebbe nella leggenda di questo sport.

A dare i voti a Vettel ci pensa anche Damon Hill: “Vettel è come un cucciolo ha tanto entusiasmo e sembra che la pista sia il cortile della sua scuola” ha detto al Times of India. Ma secondo il campione del mondo 1996 sarà molto più dura per il tedesco confermarsi iridato: “Il campionato potrebbe diventare imprevedibile con il doppio dei punti proposti nella gara finale della stagione. Questo renderà tutto più emozionante. Ho sentito un sacco di gente dire che questa è una cosa stupida, ma perché non può essere una buona idea? Forse è una grande idea. Non mi sorprende che Vettel la definisca assurda perché penalizza ingiustamente i piloti dominatori come lui”. 

Quest’anno difficilmente il nuovo compagno Daniel Ricciardo potrà dargli del filo da torcere e se la Red Bull riuscirà a confermare la sua superiorità nonostante i cambi regolamentari, Vettel rischia di vincere il quinto Mondiale di fila. Se le cose dovessero andare in questo modo, un suo passaggio in Ferrari non sarebbe più un’ipotesi remota (foto by InfoPhoto). 

LEGGI ANCHE

Il punto sulle condizioni di Michael Schumacher

Ecclestone si dimette dalla Formula 1 ma continuerà a comandare

Una donna favorita tra i papabili successori di Bernie

Nuova Ferrari 2014: ecco i cinque nomi che potete votare

Alonso risponde a una bimba di 9 anni

Numeri piloti F1: tutte le scelte dei protagonisti

Nuove F1 2014: il calendario delle presentazioni delle nuove monoposto