Grande successo per i Vespa World Days 2014 che – secondo la nota diffusa da Piaggio – ha visto oltre 10.000 vespisti partecipanti: “La grande parata di Vespa ha aperto il secondo giorno del raduno stato è il più grande raduno mondiale di Vespa Club mai realizzato. Uno spettacolo unico al mondo” sottolinea la casa italiana. Un serpentone ininterrotto lungo 10 chilometri che ha attraversato le vie di Mantova e le strade della provincia per raggiungere San Benedetto Po. In realtà, durante i quattro giorni di viaggio, di chilometri ne sono stati percorsi molti di più: 500 al giorno per un totale di 1900 lungo la costa Tirrenica, poi attraverso l’Appennino tosco-emiliano fino alla città dei laghi.

In particolare, sono 310 i Vespa Club presenti in rappresentanza di 32 diversi Paesi tra cui Vietnam, Pakistan, Brasile, USA, India oltre ai Paesi europei con grande cultura vespistica che – aggiunge Piaggio – sin dal suo apparire accolsero Vespa con entusiasmo, quali Francia, Germania, Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Spagna. Vespisti sono arrivati anche dalla Russia (dopo oltre 3.000 km di viaggio), da Portogallo, dalla Grecia, dal Kosovo e dall’Albania.

La manifestazione è tornata in Italia a sei anni di distanza da quella del 2008 a Cefalù e si è conclusa nella serata di domenica 15 giugno con le numerose premiazioni e la grande cena di gala che ha riunito tutti i Vespisti. La giornata di lunedì sarà tradizionalmente dedicata alle ultime foto, alle passeggiate in città e ai preparativi per la partenza al termine di una “quattro giorni” di festa che ha avuto il suo prologo con l’opening party di Motoplex che ha inaugurato il nuovo Concept Store del Gruppo Piaggio, il più grande d’Europa, al BOMA di Mantova. All’evento hanno partecipato anche i piloti SBK del team ApriliaMarco Melandri e Sylvain Guintoli.

LEGGI ANCHE

Vespa World Days 2014: a Mantova il raduno mondiale