Il 7 maggio a Veronafiere si è conclusa la terza edizione di Verona Legend Cars, una manifestazione dedicata all’esposizione ed alla vendita di 1.350 auto d’epoca, componentistica e ricambi, che ha richiamato 10mila appassionati in più rispetto alla seconda edizione del 2016, segnando un aumento degli ingressi del 40%. Così, ben 35mila visitatori in tre giorni hanno assistito ad una kermesse sempre più affasciante.

Merito anche dell’apertura al settore sportivo, con il rally, le sue auto ed i suoi piloti, protagonisti della prima assoluta della “Sfida de i Campioni” che nel fine settimana ha visto scendere in pista leggende del calibro di Miki Biasion, Markku Alén, Francois Delecour, Lucky Battistolli, Piero Liatti e Piero Longhi.

La gara è andata in scena su tre giri di una pista preparata e supervisionata da ACI e con Abarth Main sponsor. Nello specifico, i quarti hanno visto impegnate le Abarth 695 Rally, le semifinali le mitiche Lancia Delta Integrale e Lancia Rally 037, mentre le finali sono state disputate a bordo delle fiammanti Abarth 124 Rally.

Piero Longhi è stato il primo Legend Driver ad aggiudicarsi l’edizione 2017 della Sfida dei Campioni. Secondo posto per Piero Liatti, mentre terzo è arrivato Francois Delecour.

Ma nei tre padiglioni della fiera c’è stato spazio anche per i modelli storici del Museo Nicolis e dei quattro club storici veronesi federati ASI. Senza contare che la mostra Rosso Alfa ha visto la partecipazione del pilota Gabriele Tarquini e la presenza di pezzi unici e pregiati portati da collezionisti di tutta Europa.