Le vendite Kia toccano i 2 milioni negli USA. L’importante traguardo è stato festeggiato nell’impianto di Kia Motors Manufacturing Georgia di West Point dove il 30 marzo è stata prodotta la vettura numero 2.000.000 dal 2009, anno di entrata in funzione del primo stabilimento americano di Kia Motors Company. Un risultato che in Europa è già stato raggiunto nell’aprile 2015.

L’avvio dell’attività negli Stati Uniti, il 16 novembre di sette anni fa, aveva segnato per Kia l’inizio di una nuova fase con l’impegno diretto nella produzione locale a seguito di un investimento di oltre 1,1 miliardi di dollari deciso in base alla strategia di progressiva globalizzazione del marchio anche a livello industriale. La duemilionesima vettura è una Kia Sorento (qui il nostro tst drive) SXL bianca desinata al mercato USA: “Raggiungere il traguardo dei due milioni di vetture in meno di sette anni è un risultato entusiasmante e un motivo di orgoglio per ciascun componente della squadra Kia – ha dichiarato il Presidente e CED di KMMG Hyun-Jong Shin -. L’alta qualità insita in tutte le Sorento e Optima qui prodotte è il risultato del lavoro e del grande impegno di tutti ed è bello festeggiare tutti assieme il risultato di tanta dedizione verso l’eccellenza dei nostri prodotti”.

L’impianto di West Point è responsabile della produzione di più del 40% delle Kia vendute in America e ha portato alla creazione di oltre 15.000 posti di lavoro nell’area di West Point. In Europa, invece, Kia Motors Europe ha iniziato l’attività produttiva di motori e vetture complete nel 2006 e attualmente fornisce oltre il 50% delle Kia vendute nel Vecchio Continente: la gamma Kia cee’d pesa per circa la metà della produzione totale di veicoli, seguita dallo Sportage (best seller in Europa) e dalla Venga. Questi modelli vengono esportati in 76 mercati globali. Attualmente il sistema produttivo Kia si estende dalla Corea alla Cina e dagli USA all’Europa, mentre è in via di completamento un ulteriore impianto in Messico a Pesqueria, nello stato di Nuevo Leon, per una capacità massima di 300.000 vetture l’anno.