Non tutte le case automobilistiche hanno risentito della crisi allo stesso modo. In un mercato italiano che nel 2012 ha perso circa il 20%, c’è anche chi è riuscito a guadagnare. E’ il caso di Hyundai.

La casa coreana ha aumentato la propria quota di mercato, salendo nell’anno appena concluso dal 2,48% al 3,1%. Sono state immatricolate 43.435 unità. In un periodo che ha del tragico per l’industria automobilistica in generale, si tratta di un buon risultato. Commenta Fabrizio Longo, Managing Director di Hyundai Italia: “In un periodo particolarmente duro per il mercato dell’auto in Italia, Hyundai chiude un altro anno con una quota in crescita e una posizione sempre più rilevante sul mercato. Le ragioni di tale risultato risiedono in una gamma prodotti equilibrata e nuovissima, rafforzata da un’offerta che coniuga qualità, stile, tecnologia, servizi e sicurezza a un prezzo accessibile, consentendo al cliente una tranquillità nell’acquisto in questo momento difficile da trovare”.

Il modello preferito dai clienti è il Suv ix35 (nella foto), venduto nel 2012 in oltre 13.400 esemplari. Segue la monovolume compatta ix20, che ha superato le 8.600 unità. Per questi due modelli l’Italia rappresenta il miglior mercato in Europa. L’anno appena trascorso ha segnato anche l’introduzione della nuova generazione della i30, che va a competere nel segmento C.

A livello mondiale la Hyundai ha venduto nel 2012 4,4 milioni di unità, pari ad una crescita dell’8,6%.