McLaren ha registrato per il secondo anno consecutivo una redditività super, solo quattro anni dopo aver aperto il suo primo negozio. Nel 2014 le vendite sono aumentate del 18% rispetto al 2013.

L’azienda ha anche registrato il suo quarto anno di crescita delle vendite e, in previsione del lancio di quest’anno di un quartetto di nuovi modelli, due delle quali sono già esauriti, il trend e l’outlook non può che essere positivo.

Guidata dal CEO Mike Flewitt, nel 2014, la società ha generato un utile operativo di 20,8 milioni di euro (2013: £ 12,4 milioni, + 68%) e un utile ante imposte di £ 15.0m (2013: £ 4.5m, +233%). Questi profitti sono stati generati da un fatturato che è passato da £ 285.4m nel 2013 a £ 475.5m nel 2014.

Un totale di 1.649 veicoli sono stati consegnati a clienti in tutto il mondo, con un aumento del 18% rispetto al 2013. In seguito all’introduzione delle 650S in Coupé e Spider al Salone di Ginevra 2014, dove sono stati lanciati contemporaneamente i due modelli, la forte domanda per i prodotti McLaren ha visto le vendite raggiungere 1.401 unità.

McLaren Automotive ha continuato a concentrarsi sullo sviluppo di nuovi prodotti. Durante il 2014 l’azienda ha investito £ 91.8m in ricerca e sviluppo, una crescita di 67 milioni di sterline rispetto al 2013, che rappresenta circa il 20% del fatturato. Guardando al futuro, tale percentuale dovrebbe essere mantenuta nel 2015 in quanto la società continuerà lo sviluppo della sua gamma.

Fondamentale per questo è la nuova serie sport. Il 570S Coupé è il primo modello ed è stato rivelato all’inizio del mese di aprile 2015 al New York Auto Show. Già seguito da un secondo, la 540C Coupé, che è stata lanciata un paio di settimane più tardi a Shanghai.