Continua l’espansione dell’attività di Mazda Motor Corporation. La casa automobilistica con sede a Hiroshima, in Giappone, ha aumentato il fatturato globale dei primi nove mesi del 16% anno su anno, portandolo a 2.55 trilioni di yen, circa 19 miliardi di euro, mentre il risultato operativo è cresciuto del 14% attestandosi alla quota di 173 miliardi di yen (1.29 miliardi di euro). L’utile netto è stato pari a 124 miliardi di yen (922 milioni di euro).

Le vendite di veicoli sono aumentate del 14% durante il periodo, salendo a 1.145.000 unità; un nuovo record per Mazda dopo tre quarti di bilancio, visto che si chiuderà ufficialmente al 31 marzo.

Ad aprire la strada ancora una volta l’Europa, che ha realizzato un incremento del 27% rispetto all’anno precedente con 163.000 unità, superando il mercato con un ampio margine; a guidare la crescita la nuova Mazda CX-3 e la nuova generazione di Mazda2. Altrove, le vendite di auto sono aumentate del 15% in un mercato in contrazione come quello giapponese, del 14% in Cina e dell’8% in Nord America. L’Australia e la regione ASEAN, nel frattempo, hanno registrato una crescita rispettivamente del 18% e 34%.

Oltre alla popolarità di nuova generazione di modelli line-up di Mazda, che ha aggiunto il CX-3 un B-SUV e la nuova Mazda MX-5 Roadster, il successo dell’azienda è anche attribuibile alle riforme strutturali in corso. Dopo l’espansione della sua impronta manifatturiera globale, Mazda ha migliorato i tassi di utilizzo presso i suoi impianti di produzione in Giappone e in tutto il mondo per sostenere la sempre crescente domanda. Alleanze globali e iniziative di customer care hanno anche contribuito a migliorare la solidità finanziaria e la sostenibilità.

La generazione di modelli acclamati sulla base della tecnologia SKYACTIV e del design KODO – Soul of Motion, costituisce più dell’85% dei nuovi veicoli Mazda venduti. Recenti riconoscimenti di alto profilo sono il titolo di auto dell’anno 2015-16 e il Giappone Automotive Hall of Fame 2015-2016 Car of the Year per la nuova MX-5.

La società ha inoltre registrato il più alto consumo medio di carburante della flotta di qualsiasi casa automobilistica negli Stati Uniti per il terzo anno consecutivo, secondo quanto annunciato dal rapporto EPA, Environmental Protection Agency.

Le previsioni di Mazda restano invariate. La casa automobilistica monitorerà attentamente l’impatto della domanda di automobili alla luce delle recenti modifiche al contesto economico in vari mercati principali. Mazda è sulla buona strada per pubblicare il suo utile operativo con un terzo record in altrettanti anni, confermando le sue previsioni per l’intero anno di 230 miliardi di yen (€ 1,70 miliardi) in crescita del 9,5%.