Le vendite mondiali di Seat continuano a registrare il trend positivo iniziato nel 2013. La Marca spagnola chiude il primo semestre del 2015 con 216.500 unità consegnate, registrando un 8,2% in più rispetto allo stesso periodo del 2014 (200.100).

E’ il miglior semestre dal 2007; merito di tutti i modelli della gamma Seat. La Leon si conferma al comando, con un incremento di vendite del 9,9%, toccando le 86.300 unità, 7.700 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (78.600).

La Leon ST, variante familiare della compatta, ha segnato invece un incremento di volumi pari al 45,9%, con un totale di 30.900 unità, rappresentando il 35,7% dei volumi totali della famiglia Leon.

Anche la Ibiza continua la sua crescita, con un incremento del 6,6%, toccando le 84.500 unità, 5.400 in più rispetto al primo semestre del 2014. La Alhambra avanza con forza, imponendosi come terzo modello maggiormente commercializzato della gamma. Con un incremento del 14,6%, le vendite della monovolume nei primi sei mesi dell’anno si attestano a 13.100 unità.

Jürgen Stackmann, Presidente SEAT S.A.: Le nostre vendite sono solidamente in aumento per il terzo anno consecutivo. Siamo soddisfatti di tutti i modelli della nostra gamma, e confidenti in merito alle opportunità di crescita che continueranno a darci nei prossimi mesi, nonostante sia necessario tenere alta la guardia in tutti i nostri principali mercati.” Stackmann sottolinea inoltre come “la nuova Ibiza e la nuova Alhambra spingeranno le vendite di questi due modelli. In aggiunta a ciò, stiamo lavorando alla presentazione di ulteriori sviluppi della nostra attuale gamma, oltre a prepararci per il lancio del nostro SUV, che debutterà l’anno prossimo”.

Nel corso del primo semestre dell’anno, la Seat ha aumentato le consegne in Europa Occidentale del 9% (172.500 vs le 158.300 dello stesso periodo dell’anno precedente). La ripresa del settore auto in Spagna e l’effetto stagionale nelle vendite rendono il Paese il primo mercato di SEAT nel periodo considerato, con Leon e Ibiza a farla da padrone e una crescita pari al 20,3% (47.200 vetture versus le 39.200 dello scorso anno). Italia, Spagna e Germania i mercati top.