Mazda segna due record significativi durante l’anno fiscale 2015-16. La Casa automobilistica giapponese ha registrato un utile operativo di di 1,71 miliardi di euro, un aumento del 12% anno su anno e segna contemporaneamente il suo terzo anno consecutivo di record, oltre a raggiungere la vendita di 1,534,000 unità meglio delle previsioni, con una crescita del 10%. Entrambe le cifre sono state le migliori nella storia dei 96 anni di Mazda.

Il fatturato per il periodo di 12 mesi che si è concluso il 31 marzo, è stato pari a 25.61 miliardi di euro, il 12% in più rispetto all’anno precedente, mentre l’utile netto è stato di 1.01 miliardi, in calo del 15% a causa di oneri una tantum.

Le vendite di vetture sono cresciute in tutti i Paesi. L’Europa ha registrato un aumento sostanziale – 27% – nel corso dell’anno fiscale, con 232.000 vetture, superando la domanda di mercato complessiva grazie ai suoi modelli più popolari come Mazda CX-3, il B-SUV, e Mazda 2 supermini. Mazda ha visto in Cina una crescita delle vendite, il 10% in più rispetto al precedente anno fiscale, e una crescita del 3% in Giappone e Nord America, del 15% in Australia, e del 32% nei paesi dell’ASEAN. Nuovi record sono stati raggiunti in una serie di mercati, dal Cile alla Nuova Zelanda.

Il Costruttore prevede una crescita ulteriore delle vendite globali, fino ad arrivare a 1.550.000 vetture nel corso dell’anno fiscale 2016-17, con la compatta Mazda3 che continua a guidare la crescita in termini di domanda globale. Il contributo da parte dell’Europa è previsto in 239.000 unità.