“Veloce come il vento” è il nuovo film di Stefano Accorsi, ambientato nel mondo del motorsport. Conosciuto anche col titolo internazionale Italian Race, è co-scritto e diretto da Matteo Rovere e liberamente ispirato alla vita del pilota di rally Carlo Capone, ex pilota di rally italiano degli anni 80 che ha vinto il campionato Europeo di rally del 1984 a bordo della Lancia 037.

Il film – come spiega comingsoon.it – racconta la passione per i motori che scorre da sempre nelle vene di Giulia De Martino. Viene da una famiglia che da generazioni sforna campioni di corse automobilistiche e a soli diciassette anni partecipa al Campionato GT, sotto la guida del padre Mario. Un giorno tutto cambia e Giulia si trova a dover affrontare da sola la pista e la vita. A complicare la situazione il ritorno inaspettato del fratello Loris, ex pilota totalmente inaffidabile ma dotato di uno straordinario sesto senso per la guida. Saranno obbligati a lavorare insieme, in un susseguirsi di adrenalina ed emozioni che gli farà scoprire quanto sia difficile e importante provare ad essere una famiglia.

Coprotagoniste del film sono due vetture Peugeot mitiche per gli appassionati del mondo delle corse: la Peugoet 205 GTi e la 205 Turbo 16 campione del mondo rally nel 1985 e 1986. Alla realizzazione di “Veloce come il vento” ha contribuito anche il campione italiano Paolo Andreucci che oltre ad insegnare a Stefano Accorsi come guidare le auto da corsa, ha fatto il suo stuntman in alcune scene che ne hanno richiesto la sua presenza. Le riprese del film si sono svolte a Imola, Matera, e nei circuiti di Vallelunga e di Monza. Il primo trailer del film viene diffuso il 12 marzo 2016 mentre il film verrà distribuito nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 7 aprile 2016.

Veloce come il vento, qui il trailer: