In tutti i veicoli commerciali Citroën‎ il sistema ad alta tecnologia LoJack contro i furti è compreso nel prezzo. E’ questa la proposta dalla casa francese frutto dell’accordo firmato con LoJack: fino al 31 luglio, Citroën Nemo Van, Berlingo Van, Jumpy e Jumper offre l’installazione gratuita, comprensiva dell’abbonamento per un anno.

I sistemi LoJack adottano dispositivi in radio-frequenza in grado di segnalare la propria posizione superando anche barriere fisiche come container, parcheggi sotterranei e garage (dove sono spesso nascosti i veicoli rubati). Cuore del sistema è un dispositivo trasmettitore dormiente collocato da personale specializzato in uno dei venti posti possibili all’interno del veicolo. Non ha alcun elemento che lo possa far individuare ed è sempre attivo, pur non essendo alimentato dalla batteria del mezzo; in caso di effrazione e furto, il suo segnale non schermabile è rintracciabile dalle Forze dell’Ordine in tutti i Paesi d’Europa coperti dal servizio.

Il sistema di protezione LoJack, che permette di ottenere sconti sull’assicurazione furto, si presenta pratico dato che il dispositivo trasmettente non richiede installazioni invasive, veloce (tempo di montaggio di circa 45 minuti) e innovativo con la tecnologia in radiofrequenza che non è schermabile.

LoJack Corporation è un’azienda statunitense presente in oltre trenta Paesi nel mondo e in 26 anni di attività ha installato il suo dispositivo su oltre nove milioni di veicoli, consentendone il recupero di più di 350mila: “Siamo entusiasti di metterci al servizio di un brand come Citroen, innovativo e all’avanguardia che ha deciso di includere senza costi il nostro servizio per i suoi clienti” ha affermato Maurizio Iperti, Amministratore Delegato di LoJack Italia e Vice President Europe.

Gli fa eco Angelo Simone, Direttore Generale di Citroën Italia: “L’accordo con LoJack ci permette di dare ulteriore impulso alle vendite dei nostri veicoli commerciali che già stanno vivendo un periodo di crescita; a gennaio abbiamo realizzato una quota del 6,34%, pari a un incremento del 30% di immatricolato, arrivando a essere il quarto marchio in Italia in questo mercato”.