Valentino Rossi ha provato qualcosa di inatteso e straordinario, un rientro lampo che sa di capolavoro fuori dalla pista. Il “Dottore” dopo 21 giorni dall’operazione che ha subito per la frattura di tibia e perone della gamba destra, procurata durante un allenamento con la enduro, arriverà in Spagna per correre il GP di Aragon. Il pesarese ha fatto un recupero velocissimo, ma la sua scelta non dipende dalle sue chance per il titolo mondiale (ormai quasi completamente compromesse), ma dalla sua voglia di tornare per riprendere il prima possibile a correre ad alti livelli. Nella giornata di oggi Rossi effettuerà un nuovo controllo medico per valutare la situazione clinica e il rendimento della gamba in azione. L’imprevedibile rientro di Valentino Rossi stoppa l’arrivo in MotoGP del talentuoso olandese Michael Van Der Mark, che corre con la Yamaha il campionato di Superbike.

La conferenza stampa di Rossi

Valentino Rossi in conferenza stampa ha detto: “Ogni giorno la gamba va meglio, ho provato a fare qualche giro sulla pista di Misano e sentivo un po’ di dolore, ma riuscivo a guidare. Adesso dovrò scoprire se riuscirò a guidare una moto a buon livello, anche se questa gara servirà per capire come affrontare le ultime piste della stagione. Vediamo come la gamba risponderà. Se sono matto? No, non sono matto, dipende sempre dal tipo di infortunio che uno subisce, inoltre sono stato operato da un ottimo medico. Pensavo di rientrare a Motegi, ma visti i progressi mi sento di poter correre ad Aragon, per abituarmi fin da subito a correre ad un certo tipo di livello“. Il nove volte campione del mondo ha proseguito, parlando del suo dolore: “Sento male nei cambi di direzione e nelle curve verso destra. Ma ogni giorno sto meglio e credo che nel weekend starò bene. Non rientro per il campionato, anche se credo che sia tutto aperto per i primi tre in classifica, lo faccio per avere una buona forma il prima possibile“.