Valentino Rossi potrebbe non correre il prossimo Gran Premio della MotoGP a Valencia, in quanto avverte una certa ostilità nei suoi confronti ed un tentativo, a sue parole, di favorire Jorge Lorenzo.

Lo scontro verbale avviene al termine del Gran Premio della Malesia, durante il quale è successo veramente di tutto: prima Marc Marquez si è fatto agevolmente superare da Jorge Lorenzo, poi Valentino Rossi è venuto in contatto (per altri ha letteralmente spinto, a voi la scelta…) con lo stesso Marquez facendolo cadere.

Lo stesso Valentino Rossi, cercando di fare una dinamica di quanto accaduto in gara, ha detto: “Purtroppo ho perso molto tempo dietro a Marquez. Peccato, perché ho lasciato punti a Jorge Lorenzo ed a Valencia sarà tutto più difficile”. A precisa domanda riguardo il contatto ‘sospetto’ con lo spagnolo, dice: “Nella curva 14 ho cercato di andare un po’ largo per prendere una linea migliore, poi lui si è avvicinato a me ed a quel punto è caduto”.

La vittoria è andata a Dani Pedrosa, Valentino Rossi ha chiuso terzo dietro proprio a Lorenzo, contro il quale si sta giocando il campionato del Mondo. Il contatto sospetto è costato caro al Dottore, che è stato punito dalla commissione di gara e, per questo, partirà ultimo nel prossimo Gran Premio di Valencia.

Livio Suppo, dopo la decisione, dice: “Credo che dalle immagini si veda abbastanza bene - afferma il team principal della Honda - si vede che Vale con la gamba allontana la moto di Marc. Io faccio ancora fatica a capire come Valentino pensi che Marc lo abbia ostacolato a Phillipp Island quando invece ha superato Jorge. Rossi è arrivato qui molto nervoso”.

La versione di Valentino Rossi: “Purtroppo non volevo arrivare a questa fase, mi sarei voluto solo giocare il campionato con Jorge, ma Marquez ha dimostrato che quello che ho detto giovedì in conferenza era vero. Speravo che smascherandolo e facendolo ragionare si sarebbe comportato in maniera diversa e invece ha fatto anche peggio. Marquez si è messo in testa che voleva decidere lui chi vince il mondiale. Le abbiamo viste poche volte queste cose nella storia dello sport e credo che abbia fatto una bruttissima figura. In Australia era stato un po’ più tranquillo. Con questa sanzione ha vinto Marquez, non penso che sia giusta, soprattutto perché non volevo farlo cadere. Volevo fargli capire, ma non ha capito. Valencia? Forse non partirò nemmeno, devo decidere”.