L’ideale per un campione è lasciare al massimo della fama. Esordiva così domenica scorsa il tagliente editoriale di Aldo Grasso sul Corriere della Sera: nel mirino uno sperduto Valentino Rossi. Il critico televisivo ipotizzava la vittoria del nove volte campione del mondo nel Gran Premio di Catalunya e un suo immediato ritiro: una “zampata da vecchio leone per ricordarci il suo immenso passato e per inventarsi un futuro fuori dall’ordinario”. Dopo aver ricordato le imprese del pesarese Grasso dice che sono quasi tre anni che colleziona dispiaceri: “Adesso c’è chi va più forte di lui, chi è più motivato, chi è più spericolato. Vincere è anche questione di testa”.

Si prosegue con le difficoltà legate all’uscita di scena: “Il momento più difficile nella carriera di un grande campione è quello del ritiro: l’ideale sarebbe lasciare quando si è all’acme del successo, però non succede mai, troppi gli interessi in gioco”. Un accenno alla poesia di Virgilio (l’incontro tra due pugili Darete ed Entello) e all’intervista di Rossi in cui dichiarato che non riesce più a divertirsi ‘perchè in MotoGP in passato era solo il talento a fare la differenza, però ora tutto il mondo è più serio e più atletico’. Quindi meglio “lasciar perdere, non fare la fine di Schumacher. I successi ci esaltano, le sconfitte invece si vendicano, nascondendoci il traguardo della saggezza”.

Ora sarà difficile lasciare le due ruote da vincente, come invece ha fatto il suo storico rivale Max Biaggi. Ma il bello del motociclismo è che non c’è solo una corrente di pensiero e gli addetti ai lavori si dividono sull’argomento. Oggi l’ex manager Davide Brivio ha detto che il Dottore tornerà presto a splendere: ”Sta ancora cercando una messa a punto di base - ha spiegato a Sabato Sport della Rai - serve pazienza, presto troverà un ‘set up’ adatto per tornare in vetta”.  Ce la farà?

Qui l’editoriale completo di Aldo Grasso.

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LINK UTILI

Rossi si ‘consola’ con la fidanzata

MotoGP Catalunya 2013: fantastico successo di Lorenzo

Libere: Rossi torna davanti a tutti, due anni dopo

Stoner punge Rossi su twitter

Valentino Rossi a fine carriera sulle auto

Mugello: Lorenzo strepitoso, Pedrosa è secondo