Jorge Lorenzo si mostra come di consueto calmo e molto diplomatico. Anche nei confronti di Valentino Rossi. Il campione del mondo in carica, ai microfoni di Sky Sport 24, parla del ritorno in Yamaha del Dottore con cui avrà un rapporto diverso: “Nel motociclismo ci sono sempre due compagni di squadra e c’é una forte pressione per essere il più veloce del team, devi cercare di andare più forte del compagno visto che la moto è uguale. La MotoGP è uno sport individuale, io e Valentino siamo molto ambiziosi e competitivi, ma credo che il nostro rapporto sarà migliore rispetto al passato”.

Lorenzo (foto by Info Photo) non si nasconde ma la sua strategia di volare basso finora ha dato ottimi risultati: “Sono l’uomo da battere perché ho vinto l’ultimo campionato, ma Pedrosa ha vinto le ultime 5 gare e anche lui è il favorito, poi c’é Marquez e lo stesso Valentino che è un campione e non può aver dimenticato come si vince. Siamo noi quattro i favoriti, ma ci possono essere sempre le sorprese e non mi piace fare pronostici”.

Le parole dolci per il Dottore continuano: “Ho grande rispetto per Rossi e per tutti i piloti della MotoGp, Valentino ha vinto tantissimo, ha una storia di grandi successi ed é molto completo, non ha punti deboli se non l’età, perché diventa difficile mantenere sempre le stesse motivazioni e la stessa forza fisica, ma questo é un problema che avrò io e tutti gli altri. Io con l’età sono cresciuto, il mio punto debole é nelle partenze e anche sul bagnato devo migliorare. Io e Valentino avremo le stesse opportunità e la stessa Yamaha”. Perchè il contesto, la pressione e le ambizioni su entrambi non saranno fattori favorevoli a costruire un rapporto migliore. Sarà davvero così?