Valentino Rossi vince e convince a Jerez de la Frontera dopo un weekend strepitoso. 113 vittorie in carriera e primo successo della stagione, un respiro di sollievo dopo il passo falso di Austin. Dopo la gara il pilota della Yamaha ha dichiarato: “È un successo che dà gusto me lo sentivo che sarei andato bene qui a Jerez, ma era più una speranza che altro”.

Un successo derivato dal lavoro di squadra fatto per l’intero weekend: “Abbiamo fatto un buon lavoro sulle gomme usate già dal venerdì, ma la cosa più bella è stata la gara. Il mio meccanico in griglia mi aveva detto devi stare in testa dalla prima all’ultima curva e lì mi sono detto che era una bella idea”.

Una gara alla Jorge Lorenzo per certi versi: “Sapevo che Lorenzo poteva scappare all’inizio, ma non ero molto preoccupato perché sapevo di potergli tenere testa. La cosa che mi ha dato più gusto è di sentire lui e Marquez sempre più lontani. Ho guadagnato tanto in avvio, ho avuto un po’ di spin pure io, ma solo nel rettilineo dei box, non in quello dietro ed è stato bello così. Arrivare tutti insieme all’ultima curva sarebbe stato pericoloso. Vincere qui a casa di Lorenzo e Marquez è importante. Lassù sul gradino più alto in mezzo a loro ho goduto”.

Matteo Flamigni, telemetrista di Rossi ha commentato la vittoria del pilota di Tavullia: “Forse la temperatura più alta ha aiutato Vale, che però ha fatto una gara straordinaria. pole, sempre in testa, vittoria. Abbiamo lavorato sempre, anche sulle gomme usate e centellinando bene tutte le cose, anche con le giuste mappature. Eravamo preparati anche per le alte temperature”.