L’Eurozona è ancora economicamente vulnerabile, con previsioni di crescita debole, pressione fiscale forte e un tasso di disoccupazione che si mantiene alto. Lo studio di Deloitte, condotto su 17.326 consumatori di 17 Paesi, non poteva risparmiare l’Italia, dove il budget medio destinato alle spese di Natale 2014 è di circa 400 euro a testa (-8,7% rispetto al 2013). Di questi, 213 euro verranno destinati ai regali (-8,1%), 134 euro al cibo e alle bevande (-9,2%), 53 euro allo svago (-10,1%). Anche le vacanze e i viaggi risultano penalizzate: Federconsumatori Giovani conferma che anche il settore turistico risentirà, in maniera più o meno diffusa, del trend negativo della propensione ai consumi.

In questo scenario, Blablacar ha stimato che, se tutti i posti in auto offerti sulla piattaforma in Italia in vista delle feste fossero occupati, il risparmio totale per i conducenti ammonterebbe a 2 milioni di euro tra carburante e pedaggi. Il servizio suggerisce in automatico un importo da richiedere a ciascun passeggero, calcolato in modo da permettere al conducente di rientrare nelle spese del viaggio. Ma il risparmio è notevole anche per i passeggeri, che spendono cifre inferiori rispetto a quelle necessarie per viaggiare in treno o in aereo, che specie vengono ritoccati al rialzo nei periodi di esodo come quello di Natale. Con Blablacar, invece, i prezzi per tratta rimangono costanti senza subire impennate in occasioni di festività, eventi o per prenotazioni last minute.

Tra le tratte più trafficate nei prossimi giorni ci saranno proprio quelle percorse da chi vive e lavora lontano dalla famiglia durante l’anno e non perde l’occasione del Natale per tornare a casa: il ride sharing consentirà loro di impiegare le somme risparmiate sui trasporti per qualcosa a cui si tiene davvero in occasione del Natale. Raggiungere Roma da Napoli condividendo l’auto costa solo 11 euro, contro i 47 che si spenderebbero viaggiando da soli. Bastano, invece, 23 euro se si viaggia in ride sharing da Milano a Roma, risparmiando ben 96 euro rispetto alle spese di un viaggio in auto da soli.

LEGGI ANCHE:

BlaBlaCar come funziona: la guida al leader europeo del ride sharing

Ride sharing in Italia: Blablacar e UberPop, due filosofie a confronto