Uno dei limiti per la diffusione delle auto elettriche è, oltre al loro costo, la scarsa diffusione di infrastrutture dove ricaricare le batterie, una non uniformità negli standard utilizzati e la lentezza nella ricarica. Ora però la musica potrebbe cambiare. Le statunitensi ChryslerFord, General Motors e le tedesche BMW, Volkswagen e Daimler infatti presenteranno al prossimo Electric Vehicle Symposium 26 (EV26) in programma la prossima settimana a Los Angeles una presa per la ricarica veloce delle batterie. Un’unica presa che si adatta a tutti i modelli prodotti dalla Case sopra citate.
Il sistema di ricarica è in grado di “fare il pieno” in appena 15 minuti, risolvendo così (in parte) il problema dei lunghi tempi di attesa per avere le batterie al 100%.

Il sistema di ricarica veloce potrebbe entrare in commercio già verso la fine del 2012 e si propone di diventare lo standard mondiale per tale tipo di tecnologia. Se si dovesse raggiungere un accordo su scala mondiale si abbatterebbe quindi una grossa barriera per la diffusione di auto elettriche o ibride plug-in.

Ma (c’è sempre un ma) ci sarà da vincere la “battaglia” contro lo standard CHAdeMO, sviluppato dai colossi giapponesi come Toyota, Nissan, Mitsubishi e Subaru. Si prospetta una disfida simile a quella che vide scontrarsi (in un altro tipo di settore) Blu-ray e HD-DVD e ancora prima VHS, Betamax e Video2000. Bisogna vedere chi vincerà.