La data fissata è il 2025, entro quell’anno infatti, non ci saranno più auto di proprietà nelle città a stelle e strisce, ma solamente veicoli condivisi con le formula del ride sharing, car sharing, oppure noleggiati, e ovviamente si parla di mezzi con guida autonoma. Stiamo parlando di una previsione formulata da John Zimmer, presidente di Lyft.

Lo stesso, che è anche il cofondatore di Lyft, ha spiegato in un post su Medium che, attualmente, negli USA, essere in possesso di un’automobile ha un costo di 9 mila dollari l’anno. Inoltre, gli automobilisti di giovane età sarebbero in netto calo, visto che solamente il 24% dei 16enni ha la patente e, oltretutto quest’ultimi hanno meno interesse ad acquistare una vettura rispetto al passato.

Come se non bastasse, nel 2021 la maggior parte delle auto saranno a guida autonoma, e parliamo di vetture non necessariamente di proprietà, come i taxi. Infine, le auto private saranno ridotte al lumicino per via delle flotte hi-tech, e saranno in molti ad affidarsi ai car sharing di auto sempre più tecnologiche.

Addio quindi all’automobilista americano dei telefilm con la sua muscle car d’annata o con il pick-up di famiglia? Vedremo, intanto le previsioni di una mobilità sempre più autonoma ed innovativa sulle quattro ruote fanno riflettere e la Tesla insegna.