Che la Formula 1 sia sempre in cerca di novità, non è una scoperta, soprattutto se l’arduo obiettivo è quello di appassionare ancora di più i tifosi di questo sport. Così, nell’ultima riunione di Parigi, dove si sono incontrati i vertici della F1, sono state varate i prossimi cambiamenti, che appaiono realmente rivoluzionari.

Se la prima novità riguarda solo la ‘forma’ e l’apparenza, con i piloti che potranno scegliersi il proprio numero (tranne il numero 1, che verrà sempre assegnato al campione del mondo in carica); il secondo cambiamento ha il gusto di una vera e propria rivoluzione: nell’ultimo Gran Premio della stagione, infatti, i punti in palio saranno tutti raddoppiati. Il primo classificato otterrà ben 50 punti, il secondo si dovrà accontentare (per così dire, di 36 punti) e via così a seguire.

La scelta è mirata, evidentemente, a mantenere alta l’attenzione, fino all’ultimo giro, attribuendo un valore enorme all’ultima corsa, durante la quale le gerarchie della classifica potranno completamente stravolgersi.

Per darvi un’idea: se questa novità fosse stata in vigore anche negli ultimi anni, la Ferrari potrebbe vantare ben 2 titoli piloti in più, che, invece, sono andati a Lewis Hamilton ed a Sebastian Vettel, rispettivamente nel 2008 e nel 2012.

photo credit: pattagon via photopin cc