Non ha vinto ai box, ma in pista. Alonso, primo nel circuito di Silverstone, ha ribadito il concetto più di una volta, ma a quanto pare non basta a sedare le polemiche. Scopriamo insieme tutti gli intoppi del Gran Premio inglese.

La prima “scusa” portata in pista da chi ha potuto soltanto guardar vincere il ferrarista, è stato il nuovo regolamento. Le modifiche apportate dal team di Montezemolo hanno ottenuto il via libera soltanto poco tempo prima che le monoposto si posizionassero sulla griglia di partenza.

Da più parti era stato sollevato il dubbio che l’abolizione del soffiaggio fosse un vento a favore degli italiani, ma i rumors non sono certo scienza. La Ferrari ha dimostrato così di aver agilmente bypassato un gap tecnico preesistente a Silverstone.

Il secondo problema in campo riguarda le gomme e la scelta tra gli pneumatici intermedi e quelli morbidi cha ha condizionato molto la gara. Il tempo incerto fino all’ultimo secondo ha costretto i piloti al cambio in corsa.

È qui che s’inseriscono i problemi di Vettel che è stato “ostacolato” ai box da una ruota non fissata a dovere. Motivo importante ma non determinante per la vittoria di Alonso.

Altre indiscrezioni, infine, riguardano Hamilton che con la sua McLaren è partito benissimo ma poi ha dovuto girare molto più lentamente per problemi legati al consumo eccessivo di carburante.