Anteprima londinese per la Triumph Bonneville 2016 che presenta la nuova generazione con cinque nuovi modelli esclusivi. A tagliare il nastro nel Bike Shed Motorcycle Club della Shoreditch, nell’East End di Londra, mercoledì 28 ottobre, è stato il CEO di Triumph Nick Bloor, che per l’occasione ha voluto accanto a sé gli ingegneri del team, lo staff di Hinckley e tutte le country worldwide. Presenti alcune leggende del motociclismo Carl Fogarty, Freddie Spencer e Steve Parrish, e della musica, con il bassista dei The Clash Paul Simonon, fino a Chad McQueen – figlio di Steve – e agli attori britannici più vicini al brand come Jeremy Irvine e il Tom Hardy di Locke.

Un rinnovamento all’insegna della tradizione in cui la Street Twin si annuncia più moderna, divertente e accessibile con il nuovo propulsore “high torque” da 900 cc che sprigiona una coppia massima di 80 Nm a 3.200 giri/min, il 18% in più della generazione precedente, con un’erogazione disponibile sin dai bassi regimi e senza cali man mano che i giri aumentano. Lo stile e il carattere del modello originale del 1959 rivivono nell’elegante Bonneville T120 e nella cattiva Bonneville T120 Black, alimentate dal nuovo motore Bonneville “high torque” da 1.200 cc, con doppi corpi farfallati dallo stile fedele alle origini. Le nuove Thruxton e Thruxton R da 1.200 cc puntano, invece, su stile, potenza e prestazioni senza compromessi e rappresentano le Café Racer moderne per eccellenza.

Ogni modello vanta un nuovo design del telaio, sviluppato da zero, con sospensioni e geometria di innovativa concezione mentre i nuovi motori sono tre:  oltre al già citato propulsore della Street Twin, troviamo il motore “high torque” da 1.200 cc delle Bonneville T120 e T120 Black che vanta, invece, una coppia massima di 105 Nm a 3.100 giri/min, incrementata di oltre il 54%. Il rivoluzionario e potente motore “Thruxton spec” da 1.200 cc gioca, invece, su un’erogazione istantanea e dirompente di potenza sprigionando una coppia massima di 112 Nm a 4.950 giri/min, il 62% in più del precedente modello.

Tra i tocchi di modernità, oltre all‘ABS di serie su tutta la gamma, troviamo traction control, frizione antisaltellamento (che promette un azionamento leggero), acceleratore ride-by-wire di ultima generazione e il raffreddamento a liquido, che ottimizza il risparmio di carburante, con un miglioramento del 36% sulla Street Twin. Non manca la scelta delle diverse modalità di guida (sulle T120, T120 Black, Thruxton R e Thruxton) mentre le caratteristiche luci posteriori a LED sono presenti su tutti i modelli.

La gamma di accessori per la nuova Triumph Bonneville 2016 è composta da oltre 470 componenti tra cui i nuovi scarichi Vance & Hines e i kit di rimozione del parafango, le selle special e gli indicatori di direzione compatti. Disponibili anche una serie di kit montabili direttamente in concessionaria Triumph. Dal kit “Scrambler” al “Brat Tracker”, dal kit “Track Racer” al “Café Racer”. Per la prima volta è incluso anche un kit “Thruxton R Race Performance” di fabbrica, appositamente sviluppato per le competizioni in circuiti chiusi. In attesa di vederle a Eicma, la Street Twin arriverà nei concessionari a gennaio, mentre per T120 e Thruxton bisognerà attendere la prossima primavera. Qui tutti i dettagli sulla nuova famiglia Triumph Bonneville 2016.