Mentre il motomondiale è in attesa di conoscere il re di Laguna Seca, scegliendo tra Pedrosa, Stoner e Lorenzo (con tutta probabilità), il Circus resta in Europa e dopo il gran premio tedesco si è trasferito ora in Ungheria. Ecco qualche dettaglio sulla pista. 

Si correrà il gran premio d’Ungheria il prossimo fine settimana, dopo una gara molto polemica e densa vissuta in Germania ad Hockenheim. La sede del gran premio d’Ungheria è la pista dell’Hungaroring che fa parte del calendario della Formula 1 dal 1986.

La pausa estiva si avvicina e la Ferrari vorrebbe archiviare questa prima parte della stagione allungando sugli avversari nell’undicesima prova valida per il titolo iridato. 

La pista ungherese, a livello tecnico, presenta molte difficoltà che i piloti hanno già affrontata a Monaco: ci sono parecchie curve e pochi spazi per effettuare i sorpassi. Il che vuol dire che molta parte della gara si giocherà nelle qualifiche.

Il circuito è caratterizzato dalle basse velocità e dal ridotto grip sull’asfalto. Il meteo conferma che si correrà in un ambiente caldo, dove la media delle temperature sarà di circa 30 gradi centigradi.

Pirelli, per le gomme, propone una combinazione di mescole: le P Zero White Medium e le P Zero Yellow Soft.