Partenza da Milano e rientro a Milano con una nuova Toyota Yaris Hybrid. Passando dalla Borgogna, toccando Auxerre e poi Parigi. Oltre 2.000 km in 5 giorni. Non lo definirei un test drive, ma un vero e proprio viaggio che ci ha portato fino al Mondial de l’Automobile 2014 parigino attraversando una delle zone francesi dal panorama più scenografico.

La Yaris Hybrid non è sicuramente l’auto più adatta per un viaggio di questa durata, ma era nostra intenzione testarla per capire i costi sulle lunghe distanze. Non ci giro attorno e vado subito al sodo. Siamo arrivati a Parigi dopo una sosta (una notte) ad Avallon e un pomeriggio pieno nei pressi di Auxerre per un totale di 879 km. La nostra yaris ha “bevuto” 44 litri di benzina per un totale di circa 75 euro (abbiamo fatto rifornimento in tre benzinai diversi con prezzi simili, ma non identici). Il conto è presto fatto: 19,9 km con un litro, quindi possiamo tranquillamente affermare di avere percorso 100 km ogni 5 litri. A nostro avviso possiamo promuoverla a pieni voti.

Ma non è tutto: infatti trovo giusto sottolineare la comodità della vettura. Ho guidato per molte ore prima di fermarmi ad Avallon e sono sceso dall’auto senza dolori alla schiena o alle gambe. Ho potuto guidare in maniera molto rilassata anche grazie al sistema di speed control. Non a caso al rientro dal Salone ci siamo fatti una tirata unica in circa 10 ore.

Toyota Yaris su strada

La nuova Yaris Hybrid è maneggevole, ma attenzione al diametro di sterzata che è decisamente ampio. La guida è fluida e nonostante tutto (ibrida/cambio automatico) piuttosto scattante. Inutile dirvi che in città passate inosservati nel silenzio più assoluto. Consiglio a tutte le persone che non hanno mai avuto modo di provare un’ibrida di fare un salto in un concessionario Toyota. La prima volta che l’auto si muove senza fare alcun suono resti piuttosto colpito.

La rumorosità è praticamente nulla e le vibrazioni sono minime grazie alle nuove valvole degli ammortizzatori anteriori e posteriori che riducono la trasmissione delle irregolarità del fondo stradale.

Yaris Hybrid

I km percorsi con la Toyota Yaris Hybrid dalla redazione di Leonardo.it

Il Design Toyota

Chiudo con il design, decisamente innovativo. Le linee sono audaci e dinamiche, danno quasi l’impressione di salire su una vettura di un futuro prossimo. Date un’occhiata ai gruppi ottici, danno al muso un aspetto piuttosto aggressivo, anche se le forme non perdono eleganza.

Target

Perfetta per un single che non deve avere il macchinone per sentirsi fico. Perfetta per un 20enne che gradisce dare un’occhio al portafogli e non buttare via soldi e benzina nel traffico cittadino. Perfetta per due fidanzati prossimi al matrimonio. E perfetta per un over 30 (e pure over 40) che gradisce fare il ragazzino puntando su un brand leader nella tecnologia ibrida. Poi i gusti sono gusti.

Ora non vi resta che guardare i nostri video (li pubblicheremo a breve), le foto scattate tra Avallon e la Borgogna (se potete andateci perché sono posti incantevoli) e gli scatti durante il #ToyotaReporters Day al Salone di Parigi. Sono stati 5 giorni davvero pieni, ma se mi dicessero di ripartire domattina lo farei senza pensarci. In fondo “non conta dove vai ma come ci arrivi”. Quindi buon viaggio.

Publiredazionale
Instagram De Rossi

Il viaggio Milano-Parigi con Toyota e Lexus

Instagram De Rossi

Il #ToyotaReporters Day di Parigi