Si è tenuto a Torino il primo Toyota Sensitive Concert, il progetto dedicato ai non udenti che Toyota Motor Italia, sponsor del Torino Jazz festival 2015, in collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi, hanno deciso di presentare, in modo coinvolgente e innovativo, a tutto il pubblico presente al concerto di apertura del programma del TJF Fringe il 29 Maggio in Piazza Vittorio Veneto. Appoggiando le mani sulle sfere luminose, i sordi hanno avvertito differenti vibrazioni che, accompagnate dalle diverse luci colorate, rappresenteranno le frequenze musicali del concerto generate dagli strumenti a cui sono collegate.

Toyota ha nel suo DNA la Human Innovation, l’innovazione dedicata al miglioramento della vita delle persone – ha dichiarato Andrea Carlucci, Amministratore Delegato di Toyota Motor Italia – e la rende concretamente disponibile a tutti, da oltre 18 anni, attraverso le vetture Hybrid. Per questo motivo, nel momento in cui abbiamo scelto di sponsorizzare il Torino Jazz Festival, abbiamo deciso di portare valore aggiunto alla manifestazione, alla Città di Torino, e a tutti i torinesi. In questi grandi eventi ci sono sempre delle categorie che, purtroppo, restano escluse, in questo caso i sordi. Con il Sensitive Concert, per la prima volta, potranno essere parte del Festival anche loro. L’innovazione e la tecnologia sono realmente alla portata delle persone quando riescono a rendere possibile qualcosa che prima non lo era”.

Una performance ad alto impatto scenografico, che ha permesso ai non utenti di partecipare all’emozione dell’evento, e offre al pubblico nella sua totalità, un concerto ancora più ricco di emozioni: “Si tratta di un’iniziativa innovativa che sfrutta a pieno le enormi potenzialità delle nuove tecnologie - ha commentato Giuseppe Petrucci, Presidente Ente Nazionale Sordi – e che utilizza una modalità multisensoriale per coinvolgere tutti, andando oltre le barriere della comunicazione. Abbiamo aderito con entusiasmo all’iniziativa perché è ora di capire che le persone sorde hanno diritto e voglia di partecipare a tutti gli ambiti della vita quotidiana, compresi gli eventi culturali e le manifestazioni musicali”.