La quinta generazione della Toyota RAV4 si presenta sotto i riflettori del Salone di New York 2018. Il SUV nipponico si presenta con un look totalmente rinnovato, più sportivo e volutamente ispirato alla concept FT-AC, ammirata durante l’ultimo Salone di Los Angeles andato in scena lo scorso novembre. Le dimensioni ci dicono che è lunga 4,6 metri, come la versione che sostituisce, larga 1,86 metri (+ 1 cm), alta 1,69 metri e con un passo di 2,69 metri (+ 3 cm). La nuova RAV4 sfrutta la piattaforma TNGA del Gruppo giapponese capace di ospitare anche uno schema ibrido ed in grado di offrire al veicolo una rigidità torsionale aumentata del 57%.

Osservando l’abitacolo della vettura, si nota il display “touch”posizionato al’’estremità superiore della console centrale e dedicato al sistema di infotainment. Quest’ultimo dovrebbe permette di controllare le principali funzioni multimediali della vettura. Lo spazio all’interno della nuova RAV4 dovrebbe essere sufficiente per ospitare comodamente 5 persone adulte e i loro relativi bagagli, il comfort dovrebbe essere aumentato rispetto al recente passato.

La sicurezza è una delle prerogative di Toyota, così anche la RAV4 offrirà di serie numerosi sistemi di sicurezza che risultano compresi  nella nuova generazione del pacchetto Toyota Safety Sense. Tra questi troviamo la frenata d’emergenza con riconoscimento dei pedoni, il cruise control adattivo, il Lane Departure Alert, gli abbaglianti adattivi, il Lane Tracing Assist ed il sistema che riconosce  i segnali stradali. Tra gli optional a richiesta segnaliamo invece il Blind Spot Monitor, il Bird’s Eye View Camera, l’Intelligent Clearance Sonar (ICS) ed il Rear Cross Traffic Braking (RCTB).

La nuova Toyota RAV4 viene proposta in 3 versioni: si parte con la variante “base”, affiancata dalla “XSE Hybrid” con caratteristiche sportiveggianti e dalla “Adventure” che sfoggia aspetto e dotazione dedicate all’off road. Dal punto di vista meccanico, la RAV4 verrà proposta con un propulsore 4 cilindri a benzina da 2.5 litri, gestito da un cambio automatico 8 rapporti e abbinato ad un sistema di trazione integrale in grado di trasferire fino al 50%della trazione all’asse posteriore. Spazio anche per uno schema ibrido caratterizzato dalla presenza del medesimo quattro cilindri a benzina da 2.5 litri abbinato a due unità elettriche ed a un cambio automatico CVT.