Toyota Mirai è la nuova berlina a celle a combustibile della casa giapponese, presentata ufficialmente al Salone di Los Angeles. Mirai, che in giapponese significa “futuro”, rappresenta un punto di svolta nel settore dell’automobile, manifestando un’attenzione sempre maggiore all’ambiente, per una mobilità sempre più sostenibile, sicura e semplice per tutti. L’idrogeno, compresso a 700 bar, è conservato all’interno di serbatoi (posizionati sotto il sedile e sull’assale) con una struttura a tre strati realizzata in plastica rinforzata con fibra di carbonio. I 5 kg sono sufficienti a garantire un’autonomia dichiarata di circa 500 km.

Toyota Mirai, motore elettrico da 155 CV 

La vettura richiede meno di cinque minuti per il rifornimento ed emette unicamente vapore acqueo. La quantità di acqua sulle membrane elettrolitiche delle celle ha un impatto fondamentale sulla produzione dell’energia elettrica. Il motore elettrico da 114 kw (155 cavalli) consente un’accelerazione da 0 a 100 in 9,6 secondi e può raggiungere i 178 km/h. La produzione dell’energia elettrica è estremamente efficiente grazie all’adozione di canali di flusso 3D a maglia fine mentre la densità di potenza pari a 3,1 kW/L, superiore di 2,2 volte rispetto a quella del precedente modello Toyota FCHV-adv e con una capacità incrementata del 20%. Presente anche il pacco batterie al nichel, lo stesso utilizzato dalla Prius, utilizzato per il recupero dell’energia in frenata.

Nuovo convertitore di potenza

Il nuovo e compatto convertitore di potenza permette di aumentare la tensione del pacco celle fino a 650 volt riducendo le dimensioni del motore e del numero di celle, abbattendo allo stesso tempo i costi del sistema e migliorando la performance. Lunga 4,89 metri, la Mirai è larga 1,81, alta 1,53 e ha un passo di 2,78 metri. Il peso a vuoto dichiarato è pari a 1.850 kg e può ospitare 4 persone. Il presidente Akio Toyoda l’ha definita “una vettura che non lascia spazio ad alcun compromesso. Siamo partiti immaginando un mondo in cui circolino veicoli che diminuiscano la nostra dipendenza dal petrolio, e riducano l’impatto sull’ambiente. Era un obiettivo ambizioso diventato una realtà. Crediamo che alla guida di una Mirai, possiamo arrivare a traguardi che non avevamo ancora immaginato, verso un mondo migliore, in una macchina migliore”.

La sicurezza prioritaria per Toyota

Nello sviluppo della nuova Mirai, la sicurezza è stata una priorità imprescindibile per Toyota: è stato ridotto ai minimi termini il rischio di una fuoriuscita dell’idrogeno grazie a un rilevamento immediato e l’interruzione del flusso, per prevenire l’accumulo di idrogeno all’interno della vettura. La protezione del pacco celle e dei serbatoi in caso di impatti frontali, laterali o posteriori è assicurata dall’adozione di moltissimi componenti la cui struttura è capace di disperdere e assorbire l’energia derivante dall’impatto. Di serie anche una gamma completa di avanzati sistemi di sicurezza come il sistema Pre-Crash, dotato di radar a onde millimetriche, che aiuta a ridurre il rischio di incidenti attraverso la segnalazione al conducente e il controllo del sistema frenante. Presente anche il Sistema Lane Departure Alert, il Drive-start Control e un Blind Spot Monitor.

Forma a goccia d’acqua e interni eleganti

La realizzazione del design frontale ha visto l’impiego di una nuova tecnica studiata per enfatizzare le griglie laterali che aspirano l’aria necessaria al raffreddamento delle celle e a immagazzinare l’ossigeno. Il profilo evoca la forma sinuosa di una goccia d’acqua mentre il posteriore della vettura presenta un profilo più audace, con una forma trapezoidale che si estende dalla cornice della targa fino a toccare gli angoli del paraurti. La nuova Mirai sarà disponibile in sei diverse colorazioni e con cerchi in alluminio da 17″ estremamente leggeri mentre l’abitacolo elegante è dotato di rivestimenti soft-touch sulle portiere e di inserti cromati che promettono un’ottima luminosità. I sedili dispongono della regolazione elettrica a otto posizioni di serie e di una funzione elettrica di supporto lombare sia sul lato guida che sul lato passeggero.

L’arrivo in Europa dal 2015 

Tra le funzioni disponibili di serie per aumentare il comfort, sono disponibili il riscaldamento per il volante e per i sedili, il controllo indipendente della temperatura dalla parte destra e sinistra dell’abitacolo e la nanotecnologia Nanoe per la purificazione dell’aria. Per gli interni saranno disponibili tre colori, inclusa la variante Warm White. Il prezzo è di circa 66.000 euro + IVA (in Germania) ma sono allo studio diverse formule di leasing. Le vendite inizieranno dal 15 dicembre in Giappone e a settembre 2015 anche in Europa, almeno nei mercati di Germania, Danimarca e Inghilterra (grazie alle nuovi stazioni di rifornimento a idrogeno) con un volume annuo di vetture calcolato tra le 50 e le 100 tra 2015 e 2016. Per gli altri mercati bisognerà attendere, almeno, il 2017.

LEGGI ANCHE

Toyota Fuel Cell 2015: i precursori dell’auto a zero emissioni

Nuova Toyota C-HR: l’ibrido solido ed elegante

Nuova Toyota Aygo

Toyota GT86: il test drive a Monza 

Toyota GT86 Limited Edition: sportiva esclusiva per veri appassionati

Hybrid Metro Mobility: Toyota e la mobilità sostenibile a Torino

Toyota ibrida: quando il motore a benzina diventa un surplus