L’auto a idrogeno è ormai una realtà, grazie alla Toyota, che non si è limitata solamente a sperimentare, ma ha realizzato una vettura pronta per circolare sulle strade, la Mirai, che è già arrivata in Europa, dove presto inizierà la sua crociata ad impatto zero.

Infatti, un primo carico è sbarcato a Portbury, nei pressi di Bristol, e presenta le prime vetture destinate al mercato tedesco, danese ed inglese, piazze in cui farà il suo debutto ufficiale nel mese di settembre. Già, perché per il momento sono queste le realtà in cui la vettura delle Tre Ellissi sarà venduta e dove inizierà a portare quella rivoluzione dei trasporti che sembra ripercorrere la strada intrapresa con l’ibrido attraverso la Prius.

Il listino non è certo quello di un’auto a buon mercato, visto che in Germania ha un costo equivalente a 66 mila dollari più Iva, ma per rendere l’approccio meno impegnativo ci saranno comunque delle formula di leasing.

L’auto, chiaramente, è approdata prima in California, tendenzialmente favorevole ad accogliere novità automobilistiche ecosostenibili, dove gli ordini sono iniziati alla fine del mese di luglio, e dove si prevende di consegnarne 3 mila entro la fine del 2017.

Nel territorio americano quindi, la Mirai inizierà a muovere i primi passi ad ottobre, in concomitanza con il periodo fissato per le prime consegne, mentre nel Vecchio Continente si dovrà attendere ancora un po’, ma è chiaro che anche in Europa i tempi sono maturi.

La vettura in questione presenta il rivoluzionario Toyota Fuel Cell System, con celle a combustibile e tecnologia ibrida, che emette nell’ambiente solo vapore acqueo. L’autonomia è di 480 km, in base al dato dichiarato, mentre le prestazioni sono buone grazie ad una potenza di 155 CV che le consente di scattare da 0 a 100 km/h in un tempo inferiore ai 10 secondi.

Insomma, il futuro della mobilità è sbarcato in Europa, e presto potrebbe diventare un’alternativa concreta alle automobili convenzionali.