Ci siamo, la Toyota GT86, una delle vetture più divertenti presenti sul mercato, voluta dalla Casa giapponese per ridare verve alla sua gamma attraverso una sportiva pura, è arrivata al tempo del restyling, e l’attesa è alta, soprattutto tra appassionati e addetti ai lavori.

Infatti, sarà per il motore boxer aspirato, sarà per la trazione posteriore con tanto di differenziale di serie, o per la sua altezza da terra decisamente ridotta, ma la GT86 ha un fascino incredibile e in pista regala grandi soddisfazioni ai più smaliziati.

Adesso, l’auto riceverà una lifting estetico al muso ed alla coda, in modo da migliorare l’afflusso dell’aria agli organi meccanici, garantendo, nel contempo, un’immagine stilistica ancora più fresca, ma non mancheranno interventi alla meccanica.

In effetti, qualcuno abituato a giocare con i turbo, ormai presenti in ogni sportiva moderna, aveva lamentato un’erogazione migliorabile ai bassi; così, la Casa delle Tre Ellissi è intervenuta proprio per migliorare la risposta quando si viaggia con la lancetta del contagiri nella parte bassa  dello strumento ed incrementando la potenza di 10 CV.

In questo modo i sovrasterzi di potenza dovrebbero arrivare prima, e per gestirli al meglio è stato rivisto anche l’assetto con degli ammortizzatori Sachs montati sull’assale posteriore. Nessuna modifica allo sterzo, che va benissimo così come è, mentre non si sa se le gomme rimarranno le stesse montate sul modello attuale, non troppo larghe per garantire lo scivolamento nella guida in pista.

Insomma, quella che è ormai diventata un nuovo classico tra gli appassionati, è pronta per essere rinnovata, così come la sua sorella progettuale, la Subaru BRZ, praticamente la stessa auto con un frontale diverso.

Attendiamo news in merito al debutto ufficiale della Toyota GT86 restyling e, ovviamente, non vediamo l’ora di metterla alla prova per sperimentare in prima persona tutte le migliorie apportate ad una vettura decisamente difficile da migliorare.