Al momento è il modello sportivo di punta di Casa Toyota, in attesa della Yaris più cattiva della storia che è però tutt’altro genere di auto, stiamo parlando della GT86, la vettura a trazione posteriore con cui la Casa giapponese si è rilanciata sul mercato dei modelli ad alto contenuto emozionale.

Ebbene, adesso questa coupé rappresenterà il Brand delle Tre Ellissi nelle gare americane, partendo da una base collaudata: la vettura che prende parte al campionato tedesco VLN. Quindi la GT86 Cup sarà schierata in occasione dello Utah Motorsport Campus, una volta che verrà rivista per essere idonea al regolamento del Pirelli World Challenge e sfiderà le vetture della categoria TCA. A condurla in gara sarà un driver già plurivittorioso negli USA che risponde al nome di Craig Stanton.

Chiaramente, si tratta di una singola competizione, ma non è detto che non ce ne saranno altre per la GT86 americana che è stata mostrata in anteprima in occasione del SEMA 2016. Comunque, raccoglie un testimone scomodo: quello della Corolla AE86 che vinse in Usa negli anni ’80.

Vedremo come si comporterà e se questa partecipazione muoverà l’interesse degli automobilisti americani per questa coupé boxer che, nella versione stradale, con i suoi 200 CV forniti da un 2 litri aspirato che gira in alto, con il differenziale autobloccante posteriore ed uno sterzo particolarmente diretto, oltre ad un cambio preciso e sportivo, regala sensazioni da supercar sui tratti misti.