Da Concept ad auto di serie nel giro di un salone, è questo il destino della Toyota CH-R, apparsa sotto forma di prototipo a Francoforte ed in procinto di diventare una vettura di produzione a Ginevra. Almeno secondo quanto è stato riportato da una fonte autorevole come Autocar.

Dunque, c’è grande attesa per questo Crossover compatto, che in Europa potrebbe assumere la denominazione di Auris Cross, ma è chiaro che si tratta solamente di una supposizione. Le vendite dovrebbero essere avviate entro la fine dell’estate, quindi dovrebbe passare meno di un anno dalla sua comparsa in abito da concept al suo ingresso in concessionaria.

Ancora non è chiaro quale sarà la sua base meccanica, ma i rumors in rete ipotizzano che la piattaforma della CH-R di serie possa originare da quella portata a battesimo dalla nuova Prius. Chiaramente, vista la scelta del Brand giapponese su tutta la gamma, è attesa una variante ibrida, in linea con la tradizione del Marchio e con le esigenze di una mobilità sempre più green.

Per quanto riguarda il posizionamento nella gamma delle Tre Ellissi, si pensa che la CH-R o Auris Cross, si troverà un gradino sotto alla RAV 4, un’auto di ben altra destinazione e con dimensioni maggiori. Quindi, anche per l’originalità della linea, la concorrente designata per la nuova Toyota sembra essere proprio la Nissan Juke.

Dunque, sarà battaglia a suon di linee audaci e di contenuti tecnologici tra le due crossover del Sol Levante, con la Nissan che ha dalla sua una presenza sul mercato importante e la Toyota che gioca la carta della novità, con tutta l’attesa che può suscitare in un pubblico attento e sempre più esigente.

Vedremo come verrà accolta a Ginevra la versione definitiva della Toyota CH-R, se la sua linea si discosterà molto da quella del concept o se sarà una riproduzione fedele del modello esposto a Francoforte.