Isola di Man, che per gli intenditori coincide con il mitico circuito Mountain Course. Sessanta chilometri di adrenalina pura adatti solo a manici veri – per chi corre – e cuori forti – per chi guarda. Nella roccaforte britannica di un motociclismo d’altri tempi si corre ogni anno il leggendario Tourist Trophy.

Domenica nella classe SBK ha scritto la storia Michael Dunlop (Honda TT Legends) cogliendo la sua quarta vittoria in carriera e rifilando 40 secondi all’australiano Cameron Donald (Honda Wilson Craig Racing) e oltre un minuto al compagno di squadra John McGuinness, fermato da una penalità di 60 secondi in pit-lane.

Un ritardo che ha costretto il 41enne pilota del Lancashire a tirare come un pazzo per raggiungere Guy Martin. Una caparbietà che ha portato al nuovo record assoluto dell’Isola di Man: una tornata finale alla supersonica media di 131,671 miglia orarie (211,90 km/h), il miglior giro di sempre nella storia del TT.

Record che firma anche il rookie Joshua Brookes (Tyco Suzuki), pilota australiano del BSB: il più veloce debuttante nella storia della corsa si concede il lusso di tenere la media di 205.56 km/h. Lucida follia che regala indelebili emozioni. Per capire di cosa stiamo parlando, gustatevi questo video: